Tarocchi: quali scelte ti rendono libero?

Un metodo semplice e veloce per capire quali sono le scelte che permettono di diventare artefici del proprio destino e di conquistare la libertà

La libertà è forse ciò che amiamo di più: ognuno di noi vuole essere libero e molti sono convinti che non possa esserci la vera felicità senza la libertà. Tuttavia sono pochi quelli che sono davvero consapevoli della propria libertà e di come utilizzarla. Pochi si accorgono di volere talvolta anche le proprie catene, i vincoli e i limiti che essi stessi si sono paradossalmente imposti.

E sempre pochi sono quelli che apprezzano la libertà di scegliere e accettano la responsabilità che ne deriva. Lo psicologo e filosofo Erich Fromm (1900-1980) ha scritto una frase molto significativa: «L’uomo crede di volere la libertà. In realtà ne ha una grande paura. Perché? Perché la libertà lo obbliga a prendere delle decisioni, e le decisioni comportano rischi».

La Tarologia umanistica invita e può aiutare tutti a fare scelte consapevoli per essere davvero liberi, per essere co-creatori della propria vita, per comprendere ed essere ciò che si è davvero. La vera libertà è quindi ciò che la tarosofia definisce come la capacità di sottrarsi consapevolmente al cosiddetto fato, all’apparente invariabile e ineluttabile destino: fare scelte e saper prendere decisioni significa conoscere se stessi, essere se stessi e quindi evolvere. Seguire il sentiero dei Tarocchi può aiutare a liberarsi e a capire come creare il proprio destino.

COME ESTRARRE LE CARTE…

Probabilmente esistono persone o cose che mi fanno essere e sentire libera, mentre qualcuno o qualcosa limita o condiziona la mia libertà. Per cominciare questo percorso verso la consapevolezza può essere utile riflettere su questa libertà, su quanto e come essa sia importante per me. Interrogo quindi la mia coscienza tramite il mazzo di Tarocchi, lo mischio ripetendo mentalmente le domande

Cosa favorisce la mia libertà?

Cosa limita la mia libertà?

Estraggo dunque due carte che rappresenteranno le risposte simboliche per sincronicità.

… E COME LEGGERE I RESPONSI

Scopro le due carte appena estratte e le metto sul tavolo di fronte a me: la prima a sinistra e la seconda a destra. La sincronicità scoperta da Carl Gustav Jung e Wolgang Pauli mette in relazione il mondo psichico e quello fisico. Per questo motivo le due carte potranno rispondermi nel loro linguaggio simbolico: il primo Tarocco estratto mi dirà chi o cosa mi rende e mi fa sentire libera favorendo la mia libertà, mentre il secondo Arcano metterà in luce ciò che ostacola la mia libertà, ciò che limita il mio essere libera e che percepisco come vincolo condizionante.

(Trovate i Tarocchi da consultare a pagina 73-75 del mensile ASTRA FEBBRAIO 2019)