L’arte della cartomanzia: perché puoi prevedere il futuro

Con questa nona lezione spieghiamo la giusta relazione intima e personale con i propri Tarocchi e proseguiamo nelle chiavi di lettura degli Arcani Maggiori

Con questa decima lezione spieghiamo la giusta relazione con i propri Tarocchi e proseguiamo nelle chiavi di lettura degli Arcani Maggiori

Forse hai già avuto qualche esperienza di coincidenze significative che ti hanno dimostrato lo stretto collegamento tra psiche e materia e magari hai anche verificato di persona che il metodo mantico dei Tarocchi funziona davvero. Se è così resta  da spiegare come mai funzioni. O meglio come sia possibile che i Tarocchi possano “prevedere” il futuro con responsi verificabili nel tempo. Per rispondere a questa domanda paragono le previsioni tarologiche alle previsioni meteorologiche:

1) in tutti e due i casi si tratta di analizzare dei sistemi complessi variabili;

2) si tratta di previsioni probabilistiche di ciò che potrebbe accadere;

3) si parte da conoscenze e dati incompleti;

4) fattori naturali e antropici possono interferire;

5) l’analisi e la previsione possono essere imprecise per errori o per oggettive carenze strumentali oppure umane.

Quanto conta Il fattore umano

Il futuro non è ancora avvenuto, quindi può esistere solo come probabilità e proiezione della mente che si immagina ciò che potrebbe accadere. Anche il passato è solo una memoria, ricordata e interpretata dalla mente. Quindi, di fatto, esiste solo il presente, ciò che sta accadendo adesso, spesso confuso proprio dall’attività mentale. A meno che tu non sia un profeta, non puoi conoscere il futuro con assoluta certezza, ma solo “prevederlo”, cioè ipotizzarlo come probabile effetto determinato  da cause che in parte puoi conoscere e analizzare con i Tarocchi. La variabile più complessa è il fattore umano. Qualsiasi essere umano ha sempre la possibilità di cambiare idea, scegliere, correggersi, agire o non agire liberamente. E allora perché in moltissimi casi hai verificato che i Tarocchi hanno ragione nel prevedere il futuro? Semplice: perché la maggior parte delle persone è condizionata dall’abitudine e quindi prevedibile. La cultura, l’educazione, le personali preferenze e i pensieri tendono a diventare atteggiamenti e comportamenti abituali di ogni giorno. Queste sono azioni che generano conseguenze delle quali quasi nessuno è consapevole. In questo modo crei il tuo futuro spesso senza accorgerti di essere prevedibile e di tracciare il tuo destino predefinito giorno dopo giorno. Tutto questo è chiaro ai Tarocchi, specchi che ti mostrano come sei, cosa pensi e come agisci (e reagisci) di solito. Ecco perché di conseguenza la previsione del futuro avrà probabilmente successo.

Un esercizio per controllare i tuoi pensieri

Un antico saggio insegnava che è molto importante fare attenzione ai propri pensieri. I pensieri si manifestano spesso con le parole, le parole si trasformano in abitudini e poi diventano credenze, valori, personalità, carattere, desideri e comportamenti ripetuti. Pensare è funzionale e utile ma spesso i pensieri affollano la mente anche quando non servono e magari vuoi rilassarti o interrogare i Tarocchi senza idee pregiudizievoli per riflettere liberamente su alcune situazioni. Infatti sono i pensieri che devono essere al tuo servizio, non viceversa. Ecco allora un metodo per cominciare a controllare i tuoi pensieri. Trova uno spazio-tempo riservato solo a te con il telefono spento e la mente sgombra da preoccupazioni. In silenzio e con le luci soffuse trova una posizione comoda, seduta o sdraiata a occhi chiusi. Osserva la tua mente come se appartenesse a un altro: fai emergere liberamente i pensieri ma non farti coinvolgere emotivamente. Arriva il primo pensiero, lo osservi senza alcun giudizio e lo lasci andare. Non cercare soluzioni, non andare dietro ad alcun treno di pensieri. Quando arriva il secondo pensiero fai la stessa cosa, sempre con il massimo distacco. Ne arriverà un terzo e altri: non attaccarti a nessuno di loro. Piano piano la mente si acquieterà. Ma se non dovesse farlo, sposta l’attenzione al respiro: conta quanti secondi durano l’inspirazione e l’espirazione e fai in modo che la durata sia uguale e spontanea. Continua così, osserva il ritmo del tuo respiro e concentrati su quello. E ora, che fine hanno fatto i pensieri?

1. 21 – Il Mondo

La figura femminile al centro della carta è vestita appena di una sciarpa multicolore, circondata da una corona di foglie a forma di ogiva. Questa forma è l’antichissima “mandorla” o Vesica Piscis, simbolo del seme della vita che si ritrova in ogni continente. Questa vita è complessa, completa e realizzata quando si incarna al centro della materia del Mondo diventando un essere umano: collegamento tra Terra e Cielo, anima celeste in un corpo terrestre. Ma in pratica cosa significa per il tuo inconscio l’incontro con questo Arcano? Spesso il significato simbolico della carta richiama la tua esistenza fisica e i risultati concreti che hai raggiunto o che stai per raggiungere. Per realizzare obiettivi e progetti nel Mondo devi arrivare al centro delle cose, sapendo gestire i vari aspetti delle questioni e soprattutto sapendo organizzare tempi e spazi della tua azione concreta. Osserva bene le quattro figure alate che stanno agli angoli della carta: ognuna di queste ti suggerisce un diverso aspetto della situazione che stai vivendo. L’Angelo in alto a sinistra è il simbolo della sensibilità che devi utilizzare mentre agisci, della tua capacità di recepire e accogliere, della tua capacità di amare le cose che fai e di avere relazioni affettive con chi ti circonda. L’Aquila in alto a destra significa che devi usare il tuo pensiero razionale per comprendere il Mondo in cui vivi e per relazionarti correttamente con gli altri esseri umani, tutti speciali e unici come te. Il Leone in basso a destra è il simbolo della creatività, dell’azione, dell’intraprendenza, della volontà che ti hanno portato su questo pianeta e che ora ti chiedono solo di potersi esprimere in te e con te. Il Toro in basso a sinistra ti ricorda che la tua azione non può essere solo teorica ma deve trovare applicazione pratica alla ricerca di risultati concreti.

Il messaggio de Il Mondo

Il Mondo è speciale e unico, come lo sei tu: esso si forma e si esprime con i quattro Elementi che lo compongono. Come un tavolo con quattro gambe, anche la tua stabilità e il tuo successo dipendono dall’equilibrio organizzato delle quattro forze dell’Angelo, dell’Aquila, del Leone e del Toro. Se hai la capacità di equilibrarle e di organizzarle dentro di te, il successo è garantito.

2. 0 – Il Matto

Sembra un giullare che gira senza meta, con un bastone, un sacco sulle spalle e un gatto che gli strappa i pantaloni. Lui vaga per il Mondo della carta precedente e non sente nessuna attrazione per gli ordinari valori mondani. Ma cosa vuol dire per l’inconscio incontrare il Matto sul cammino? Il Matto ti ricorda che la vera follia è dimenticare il senso dell’umanità identificandosi nella materia: la vera illusione è quando ti perdi nel Mondo materiale come se fosse l’unica assoluta realtà. Il Matto vagabondo non si perde perché ogni luogo è la sua casa. Le sue orme sembrano perdersi nel nulla per invitarti ogni tanto a concedere al tuo intelletto la libertà di abbandonarsi al non senso, al paradosso di un pensiero folle e visionario. Il Matto ti invita a fuggire da quella follia collettiva che ti ha insegnato a vivere solo nella dimensione terrena. Puoi permetterti ogni tanto di non rispettare le rigide norme che tutto vorrebbero regolare e controllare? Potrebbe valerne la pena, se fosse utile a ricordarti che sei un essere complesso, fatto di anima e psiche, oltre che di corpo fisico, e che l’amore naturalmente ti spinge a essere libero da dogmi e condizioni per raggiungere e mantenere la felicità. Alla fine (e all’inizio) del percorso dei 22 Arcani Maggiori, il Matto potrebbe essere il tuo più grande maestro e insegnarti quale sia la tua vera identità e i molteplici ruoli che hai accettato di interpretare nella tua vita. Erasmo da Rotterdam ricordava che un pizzico di follia è necessaria, un po’ di sregolatezza talvolta funzionale, la carta del Matto è utile per nutrire la tua non convenzionale genialità che non può vivere sempre circoscritta nella normalità ordinaria. Il Matto può essere l’emblema del caos e un buffone sovvertitore dell’ordine, ma anche un liberatore della tua voglia di avventura creativa.

Il messaggio de Il Matto

Scopri come un pizzico di follia possa entrare positivamente nella tua vita: forse già ti fidi del tuo istinto o hai sviluppato un temperamento artistico. Adesso senti di voler sperimentare la gioia della libertà, innocente come un fanciullo senza regole né convenzioni. Hai mai cercato la saggezza nella semplice leggerezza dell’essere, invece che in tante nozioni e conoscenze?