L’arte della cartomanzia: gli aspetti etici

Come gli astri anche i Tarocchi inclinano ma non determinano, però possono essere uno strumento in più per approfondire la conoscenza di sé

Come gli astri anche i Tarocchi inclinano ma non determinano, però possono essere uno strumento in più per approfondire la conoscenza di sé

Il tarologo, esattamente come l’astrologo, deve osservare alcune prescrizioni quando usa i suoi strumenti. Indicazione valida sia che tu utilizzi il mazzo di Tarocchi per conoscere meglio te stesso, sia che tu lo faccia per rispondere a domande di altri e soprattutto se vuoi operare per il tuo bene e per quello del prossimo. La tarologia si fonda sullo studio e sulla conoscenza dei simboli ma anche sulle necessarie competenze di counseling psicologico. Per questo nell’usare i Tarocchi occorrono conoscenze, studi, cautele e molte attenzioni. Per cominciare, alla fiducia nelle tue capacità interpretative dovrai aggiungere l’intenzione di non abusarne e il rispetto della libertà di ogni essere umano. Una personale disciplina etica e deontologica ti aiuterà a sviluppare la necessaria crescita della consapevolezza e la “pulizia interiore”, cioè l’attenzione ai tuoi pensieri, intenzioni e motivazioni: in altre parole, più conosci te stesso e meglio userai i Tarocchi (e viceversa!). Ricorda che la mente spesso nasconde a se stessa i propri problemi irrisolti trasformandoli in ombre, e inganna chi si avventura nei labirinti dell’inconscio. Le ombre sono trappole mentali che portano a errori di interpretazione, a proiezioni e a vere e proprie dipendenze. È lo stesso mazzo di Tarocchi che ti mette in guardia, in particolare con la carta del Diavolo. Gli inventori rinascimentali dei Tarocchi avevano a cuore la liberazione dell’umanità e infatti questo Arcano ti ammonisce sugli inganni della mente e sui rischi della dipendenza.

Proiezioni e un errore da evitare

La proiezione è un meccanismo psichico inconscio che sposta convinzioni o sentimenti propri su altre persone: il tarologo potrebbe involontariamente vedere se stesso rispecchiato nel comportamento o nel pensiero di chi gli fa una domanda; quindi potrebbe interpretare il messaggio dei Tarocchi secondo questi suoi pregiudizi. Per questo è necessario mantenere sempre vigile il senso critico e fare attenzione all’oggettività dell’interpretazione delle carte. L’esperienza di vita di ogni essere umano è un processo delicato e individuale che non deve essere influenzato dalla personalità, dalle credenze, né dalle presunte certezze del tarologo. Ti racconto una storia. Una volta un (pessimo) tarologo era turbato: sua moglie aveva deciso di lasciarlo e lui non si dava pace, neanche mentre usava il suo mazzo di Tarocchi. Leggendo le carte a una signora che stava pensando di divorziare, proiettò su di lei la propria situazione, la giudicò e l’accusò ingiustamente di avere delle colpe verso il marito, consigliandole di abbandonare l’idea del divorzio, che lui riteneva sbagliata.

Dipendenze e un esercizio per capire quando si sbaglia

Cerca di non incoraggiare l’insorgere di dipendenza dai Tarocchi. Per molte persone è difficile assumere le responsabilità delle proprie scelte e delle conseguenze che ne derivano, ed è quindi più comodo delegarla ad altri. Non è bene astenersi dal prendere qualsiasi decisione se prima non si sono consultati i Tarocchi: per crescere nella consapevolezza si devono fare esperienze, si deve essere liberi di sbagliare e di apprendere dagli errori fatti. I Tarocchi non sono e non intendono essere una macchina logica a cui affidare ogni dettaglio della tua vita. I Tarocchi non scelgono al tuo posto, ti aiutano soltanto a scegliere consapevolmente. Osservati sempre con attenzione in ogni momento della tua giornata. Se qualcuno o qualcosa ti turba emotivamente o ti fa arrabbiare, fermati a riflettere: significa che qualcosa di non risolto dentro di te si è rispecchiato nell’esterno e che devi accettarne l’esistenza. Per esempio, se è un comportamento aggressivo che ti turba, chiedi a te stesso quando sei stato o sei aggressivo. Se il turbamento si verifica durante una lettura di Tarocchi, accetta questo limite e interrompila finché la tua serenità interiore ti segnalerà che hai accettato anche questa parte di te.

1. 15- Il Diavolo

Un essere seminudo e sguaiato sta ritto su un piedistallo. Ambiguamente e senza vergogna mostra seni femminili e organi maschili: non accetta limiti nell’usare la sessualità e cerca gli eccessi nell’espressione di entrambe le polarità opposte. Cosa significa per il tuo inconscio incontrare questa carta sul cammino? Forse stai percependo il fascino magnetico dell’attrazione o piuttosto c’è in te un represso desiderio di trasgredire? Il grande potere si cela talvolta nelle profondità più oscure e sconosciute: nei miti e nelle fiabe i più ricchi tesori si nascondono nel buio delle grotte ma sono quasi sempre protetti da draghi o da altre feroci creature della notte. Forse sei a un punto della tua vita nel quale devi confrontarti con il tuo lato meno conosciuto: ciò che involontariamente hai nascosto nell’inconscio sta chiedendo la tua attenzione. Si tratta forse di una potente energia, un istinto che hai ritenuto pericoloso, qualcosa di te che non hai ancora accettato e che è diventato la tua “ombra”. Ora riconoscerlo e accettarlo è necessario, ma ciò non è facile e non è privo di rischi. La figura che ti è apparsa riprende le più antiche iconografie del Diavolo, incarnazione del male: il copricapo con le corna, le ali di pipistrello, le zampe con gli artigli animaleschi. Tutto sembra volerti spaventare e ammonire a stare lontano dai guai. Certamente lasciarsi andare agli istinti potrebbe essere piacevole ma c’è il rischio di perdere il controllo e il pericolo di diventare dipendenti di qualcosa o di qualcuno. Osserva i due strani esseri in basso: schiavi con le mani legate dietro la schiena e la corda al collo; con corna, orecchie a punta e coda, sono animaleschi come il loro padrone. Chissà se sono felici? Forse hanno acquistato il potere liberatorio dell’istinto più primitivo ma hanno anche perduto la loro piena libertà.

Il messaggio del Diavolo

Lo so che non puoi fidarti di me, delle mie parole suadenti che invitano al piacere dei sensi e nascondono sempre un inganno: fai bene a essere prudente perché c’è sempre un prezzo da pagare per ogni cosa. Ma forse tu stesso hai rinunciato a un tesoro, l’hai seppellito nel buio e non sai come ritrovarlo. La mia fiaccola può illuminare quelle oscurità e farti recuperare ciò che ti appartiene.

2. 16- La Torre

La cima di un’alta Torre si sta improvvisamente rovinando, colpita da un fulmine. In una pioggia di pietre che precipitano nel crollo, due persone sembrano cercare scampo alla distruzione. Cosa significa per il tuo inconscio incontrare questa carta sul cammino? Ricorda che tutto ciò che avviene è un insegnamento per te e ogni evento accade nel momento in cui deve. Le strutture della materia non durano in eterno e c’è un tempo per ogni cosa: c’è un tempo per seminare e uno per raccogliere, anche se non sempre così ti appare. La torre ti rammenta che questo è il tempo in cui ciò che hai lentamente costruito ha terminato la sua funzione evolutiva. Quando il corpo del paguro che vive in una conchiglia cresce, l’animale l’abbandona e ne cerca una più grande. Nello stesso modo può essere che la tua abitazione sia da cambiare, forse è necessario un trasloco o piuttosto un cambio di sede lavorativa. Può anche essere che sia giunto il momento di chiudere con una situazione che ti limita o ti costringe.In ogni caso si tratta di conoscere e gestire questa fase per non subirla. Osserva il fulmine che scoperchia la Torre: è davvero così o le fiamme provengono da un’esplosione interna? In realtà l’evento esterno è l’occasione per liberare la pressione che stava crescendo all’interno dell’edificio. Qualcosa preme all’interno di te stesso? Cosa ti trattiene ancora nella Torre che sta per finire la sua esistenza? Osserva meglio la figura: è una rovina disastrosa oppure è una rappresentazione teatrale vivace? Le due persone precipitano o sono attori acrobati? Gli oggetti colorati che cadono sono pietre o coriandoli? Le fiamme sono un fuoco distruttivo oppure festoni? Ogni drastico cambiamento può essere anche una grande opportunità di crescita.

Il messaggio della Torre

Soprattutto se sei orgoglioso, cerca di non accumulare tensioni per troppo tempo. Talvolta è necessario aprire la valvola di sfogo prima che la pressione interna raggiunga il livello massimo: una reazione controllata è più utile di uno scoppio d’ira. Se sei consapevole, puoi progettare un cambiamento prima che questo diventi urgente. Pensa a chi tutti i giorni nasconde la polvere sotto il tappeto.