Tarocchi: alla scoperta dei miei segreti

segreto

Cosa tengo nascosto di me? Da cosa mi devo guardare? La risposta a queste domande può aiutarci a far luce sui nostri rapporti con gli altri

Nel gioco di maschere delle relazioni umane è rara la trasparenza e spesso manca lo sviluppo armonico dei rapporti fondati sull’onestà e senza secondi fini. Spesso siamo delusi perché ingenuamente ci eravamo fidati troppo, oppure non avevamo riconosciuto in tempo gli inganni che le vicende stavano preparando intorno a noi. Altre volte ci sarà capitato invece di essere stati troppo diffidenti verso qualcuno o qualcosa che in realtà non rappresentava alcuna minaccia. Saper andare oltre le apparenze e riconoscere i veri pericoli potrebbe essere un grande talento, saper distinguere le persone oneste e trasparenti da quelle che nascondono il loro vero scopo potrebbe evitarci cocenti delusioni: per questo dovremmo sviluppare l’arte di comprendere quando una situazione rappresenta un rischio e scoprire in tempo utile da cosa dobbiamo guardarci. Conoscere sempre meglio la complessa realtà che ci circonda può aiutarci a stare in guardia in ogni situazione potenzialmente rischiosa in cui occorra una certa dose di fiducia. I Tarocchi ci aiutano a far luce su tutto ciò che fa parte della nostra realtà sensibile. Inoltre ognuno ha dei punti deboli specifici, diverse criticità, modalità personali di avvicinarsi alle situazioni e la tarologia umanistica ci invita a conoscere profondamente chi siamo scoprendo cosa teniamo nascosto persino a noi stessi: “Conosci te stesso e conoscerai il mondo”.

COME ESTRARRE LE CARTE…

Per capire da quali situazioni dobbiamo guardarci e quali pericoli si nascondono nella realtà che ci circonda è davvero importante conoscere bene anche cosa noi stessi nascondiamo agli altri, cosa evitiamo di mostrare per timore, prudenza oppure pudore, cosa razionalmente non riconosciamo in noi. Per questi motivi possiamo utilizzare il seguente gioco. Mischiamo con cura il mazzo di Tarocchi, poniamo la domanda

COSA TENGO NASCOSTO DI ME?

e prendiamo la prima carta. Quindi poniamo la seconda domanda

DA COSA MI DEVO GUARDARE?

ed estraiamo un’altra carta.

… E COME LEGGERE I RESPONSI

Dopo aver scoperto le due carte estratte le metteremo a sinistra e a destra nell’ordine. Possiamo poi leggere i messaggi trasmessi simbolicamente dai Tarocchi e rivolti alla nostra coscienza. I responsi non sono mai delle sentenze ineluttabili con valore assoluto, ma solo probabilità di eventi che i nostri pensieri e le nostre azioni hanno determinato. La nostra natura personale e le nostre scelte ci hanno portato a questo punto specifico dello spazio-tempo; ora una matura riflessione può darci una maggiore consapevolezza della situazione alla scoperta di tutto ciò che è nascosto.

(Trovate i Tarocchi da consultare a pagina 69-71 del mensile ASTRA)