Capodanno Cinese 2020: l’anno del Topo di metallo

Grandi orecchie per avvantaggiarsi delle informazioni carpite. Si annuncia così l’anno del Topo, il primo dei dodici Segni

topo metallo

Grandi orecchie per avvantaggiarsi delle informazioni carpite. Si annuncia così l’anno del Topo, il primo dei dodici Segni

Lo Zodiaco Cinese festeggia l’anno del simpatico e astuto Topo. Più esattamente dal 25 gennaio 2020 fino all’11 febbraio 2021 saranno le sue caratteristiche a influenzare tutto quello che nascerà o avrà luogo in questo periodo. Non solo. Visto che a seconda della cifra finale di ogni anno, il Segno in quel momento in carica come governatore dei destini, viene abbinato a uno dei cinque Elementi dell’universo cinese (Metallo, Acqua, Legno, Fuoco, Terra) il 2020 e il 2021 portano la griffe del Metallo, il primo nella sua versione yang, attiva, combattiva (come il metallo della spada), il secondo in quella yin duttile e ricettiva (come i metalli più o meno pregiati). Saranno quindi la durezza, la lucentezza e la preziosità del Metallo da cui si traggono sia le armi sia i gioielli a completare e correggere le caratteristiche comportamentali del Topo.

La sua logica si farà inflessibile, l’eloquio raffinato, a volte ironico e tagliente, il suo charme irresistibile e la sua passione intensa e dominante anche se ben dissimulata con un ferreo autocontrollo. Due gli imperativi del momento: il denaro da risparmiare e accumulare e il lavoro con il quale raggiungere il successo, migliorare l’assetto finanziario e garantirsi una posizione sociale influente perché al piccolo Topo i complimenti e il prestigio piacciono parecchio. Piccolino ma tosto e se vuole anche pericoloso, non per nulla il proverbio cinese recita “basta un topolino a terrorizzare un elefante”.

Muso simpatico che fa tenerezza, il topo dietro un’aria sorniona nasconde la sua vera indole: è un acuto osservatore, un opportunista che fa tutto per il proprio tornaconto e rosicchiando coi suoi denti le radici, scavando gallerie, divorando le provviste, è capace di minare fino a distruggerli, progetti e rapporti. Mai fidarsi completamente del Topo dunque, quest’anno tutto alta finanza e alta diplomazia ma con ruggenti reazioni popolari: converrà alzare lo scudo e restare in osservazione aspettando il momento giusto per “arraffare” con una mossa fulminea ciò che si desidera. Un riscontro alle ambizioni del Topo di Metallo secondo l’astrologia occidentale, lo ritroviamo nel trio Plutone-Saturno-Giove in Capricorno, un Segno ambizioso, pragmatico, risparmiatore che punta alla vetta come garanzia di sicurezza. Due metodi di lettura e due pronostici che coincidono perché il Cielo da qualsiasi parte lo si osservi, dalle latitudini europee come dal sud est asiatico, non cambia i suoi messaggi per chi avrà voglia di ascoltarli e metterli in pratica.

Un salto nel passato

Tre Topi di Metallo: l’anno che ci aspetta e andando a ritroso di 60 anni, il 1960 e il 1900. In comune a tutti non solo l’animale e l’Elemento cinese ma anche la presenza di Saturno sempre rigoroso e di Giove gran lavoratore in Capricorno, Segno fortemente legato al risparmio e alle ambizioni di carriera. In più il Topo aggiunge vita sociale brillante e una spinta decisiva alla cultura, mentre l’Elemento annuale Metallo che lo accompagna aggiunge bellicosità, rigore politico e giochi di alta finanza, ma anche velocità nelle trattative, nella comunicazione e nei trasporti. Eccone la conferma dai fatti della storia.

1900: Riguardo all’importanza del lavoro e del suo impatto sociale, subito una data da segnalare, il 27 marzo 1900, con la fondazione del partito laburista inglese che non ha mai tagliato la base ideologica con gli operai. Intanto un vento di rinnovamento spira su tutta Europa: nascono nuove idee e il sogno di una vita moderna con i prodromi del futurismo già nell’aria. Parole chiave, la velocità del Topo: lo riprova la costruzione della metropolitana a Parigi in occasione della prima esposizione universale del ’900, inaugurata il 19 luglio, e la creazione rivoluzionaria per l’epoca del primo dirigibile, lo Zeppelin, che consentiva il trasporto aereo sia di merci che di persone. Di fatto una seconda Rivoluzione Industriale, promessa di movimento, cultura e benessere.

Stesso clima, ancora più ottimista e promettente, nel 1960, in pieno boom economico: anche stavolta lotte sociali, con la forza lavoro in primo piano. Una data storica di questo anno è il 23 giugno, negli Stati Uniti la FDA approva ufficialmente la commercializzazione della prima pillola anticoncezionale: del resto si sa che i topo fanno molti topolini… quindi! Sempre universo femminile anche in politica: il 21 luglio 1960 la prima donna, Sirimavo Bandaranaike, a capo del governo di Ceylon dopo l’assassinio del marito. Ancora trasporti e ancora velocità: il 21 agosto viene inaugurato l’aeroporto di Fiumicino, richiamo palese alla rapida modernizzazione invocata dal Topo.

Accordi e disaccordi

Di primo acchito, sedotti dal sorriso simpatico e accattivante del Topo, si crede che andare d’accordo con lui sarà facile. Illusione: dietro la facciata diplomatica e a volte cerimoniosa, nasconde un caratterino rancoroso e quando qualcosa gli va storto rivela una nota irascibile. Potrà capirlo la Scimmia impertinente e opportunista quanto lui e il Drago egocentrico e narcisista. La Tigre invece dal carattere altrettanto forte, condividerà con lui solo il lato passionale, l’unico in cui si riveli davvero sincero, mentre vedrà come fumo negli occhi certe sue manovre finalizzate a garantirgli appoggio sul lavoro. Costruirsi una solida cultura e garantirsi un posto al sole l’obiettivo del Topo, condiviso con il Bufalo, complice finché si tratta di sgobbare ma disilluso dalle sue bugie e soprattutto dalla mancanza di scrupoli.

Qualcosa in comune anche con il Cinghiale, parimenti socievole e conviviale, tuttavia lui lo fa per altruismo e gusto della condivisione mentre dietro l’affabilità del Topo c’è spesso il tornaconto personale. Di sicuro, per quanto astuto, anche il Topo ha i suoi nemici. Esemplare l’animosità tra Topo e Lepreaccomunati da un’eloquenza forbita, il primo però è ambizioso, la seconda calma e rivolta alla vita interiore. Ancora più tosta la relazione con il Gallo, come il Topo gran lavoratore, peccato che la sua onestà cozzi con i sotterfugi del Topo. Con il Cavallo condivide l’indipendenza ma sotto sotto il Topo aspira a fare famiglia, mentre il Cavallo di fronte alla prospettiva di un legame scappa via, felice della propria libertà. Tiepida la relazione con il Serpente, come lui capace di serbare segreti e portare rancori, anche in natura il Topo ne teme il potere. Un po’ meglio con il Cane e con la Capra, quest’ultima adattabile e docile ma così spendacciona da irritarlo: guai a toccare il Topo nel suo pallino, il risparmio!

Portafortuna dell’anno

Mese fortunato: dicembre

Ora propizia: tra le 23 e le 01

Colori da indossare: bianco e nero

Pietra: onice e ossidiana, fiocco di neve

Sapori da prediligere: salato e piccante

Talismano: compra un enorme salvadanaio e insieme alle monete infilaci i tuoi progetti, il tuo tempo, la tua energia, per ritrovarli al momento giusto già pronti all’uso!