Magia naturale: i toccasana di gennaio

Sopravvivere alle festività è possibile solo se si osserva qualche piccolo accorgimento. Scopriamo insieme quali sono e come metterli in atto a dicembre!

Gennaio segna l’inizio di un nuovo anno, e deve il suo nome al dio romano Giano o Ianuarus, la divinità che tutelava porte e ponti. Questo mese è dunque un passaggio che ci aiuta a liberarci di tutto ciò che è vecchio e inadatto alle nostre esigenze guardando con fiducia il futuro. Il 6 gennaio arriva la Befana, che in origine era forse la Dea Madre protettrice della natura in inverno, Morrighan per i celti e Strenia per i romani: con la sua scopa spazziamo via le emozioni negative che rallentano il nostro cammino. Accettiamo il carbone che ci lascia nella calza se non ci siamo comportati bene perché è il simbolo dei nostri difetti pronti a trasformarsi in virtù.

I benefici del lievito alimentare

Contrariamente al lievito attivo usato per preparare il pane, il lievito alimentare è inattivo: si ricava da un fungo, il Saccharomyces cerevisiae, coltivato sulla melassa ottenuta da canne da zucchero e barbabietole. Arricchito con selenio, cromo e magnesio, si trova in scaglie da aggiungere a verdure, riso minestre, pasta e insalate. Questo lievito è benefico, grazie all’alto contenuto di vitamine B (l’intero gruppo) che favoriscono produzione di energia, qualità del sonno e buon funzionamento del sistema immunitario; la B12 è poi fondamentale per chi segue una dieta vegetariana. Costituito al 40% da proteine vegetali e privo di glutine, il lievito alimentare è molto digeribile. Ricco di fibre e ferro, fornisce gli aminoacidi essenziali che il nostro corpo trasforma in proteine. Ne bastano 3 cucchiaini al giorno per regolare la flora batterica intestinale. Attenzione a eventuali intolleranze.

Occhi più sani con il qi gong

Il Qi Gong, l’antica medicina cinese che regola la nostra energia interiore, comprende vari esercizi che migliorano la vista. Per chi ha problemi di lubrificazione, causati dalla illuminazione artificiale, è molto efficace una manipolazione che inizia massaggiando l’orbita inferiore con i polpastrelli di indice, medio e anulare, partendo dall’interno fino all’angolo esterno dell’occhio: questo punto va premuto tre volte. Si continua massaggiando l’orbita superiore dall’esterno verso l’interno, salendo con le dita sulla fronte fino all’attaccatura dei capelli: anche questo punto va premuto tre volte. Le dita scendono poi dalla fronte, massaggiando con il medio l’angolo interno dell’occhio

Timo e miele contro l’influenza

Il timo è da sempre usato come antisettico e balsamico. Fornisce vitamine B, C e D, e timolo (un battericida e antimicotico), ed è quindi una delle piante officinali più utili d’inverno. Per rafforzare le difese immunitarie e proteggersi dall’influenza è utile bere mattina e sera un infuso (mezzo cucchiaio di timo in una tazza di acqua bollente); contro la tosse bastano due gocce di olio essenziale in un cucchiaio di miele. Frizionare il petto e il dorso con due gocce di essenza diluita in un cucchiaio di olio di oliva aiuta a guarire le affezioni bronchiali.

Cuore in forma con il bergamotto

Il bergamotto (Citrus bergamia) è coltivato soprattutto in Calabria a partire dal ‘700. La raccolta avviene da ottobre a marzo, consentendoci così di consumarlo spremuto o frullato con altri frutti e verdure di ogni tipo proprio nei mesi invernali quando il suo apporto di vitamine A, B e C si rivela molto utile. Essendo ricco anche di antiossidanti come i polifenoli e i flavonoidi, il bergamotto protegge l’attività cardiovascolare. Grazie alla melitidina e alla brutieridina, presenti solo nella pellicola spugnosa della sua buccia, questo agrume è in grado di abbassare il colesterolo.

TI POTREBBE INTERESSA ANCHE

Magia naturale: i toccasana delle festività