Il mandala di Febbraio

Eccoci arrivati a Febbraio e al suo mandala con cui meditare ed entrare in connessione con il nostro Io superiore. Scopriamone il significato

Il 15 febbraio si festeggia il Capodanno cinese, che segna l’inizio dell’anno del Cane di Terra. In Cina il rosso è il colore per eccellenza della buona sorte ed è per questo motivo che i portafortuna classici come le monete dal centro bucato e i ciondoli a forma di drago, pesce, fiore di loto, peonia o ideogramma (il più diffuso è quello definito della “doppia felicità”) sono fissati a una cordicella o un nastro rossi.

Secondo il Feng Shui per avere fortuna e prosperità nel 2018 occorre indossare il verde, simbolo dell’Elemento Legno, e il blu e il nero che rappresentano invece l’Elemento Acqua che ha bisogno di essere rafforzato. Questi colori sono da preferire anche nell’arredamento della casa per garantire la serenità in famiglia e il benessere economico.

3. Il mandala di Febbraio

Disegnare e colorare un mandala consente di diventare tutt’uno con il cerchio della vita. È così più facile meditare ed entrare in connessione con il nostro Io superiore, raggiungendo di conseguenza un luogo al di fuori dello spazio e del tempo dove tutto può accadere. In questo stesso luogo i nostri processi creativi e intuitivi si ampliano come mai può avvenire nella vita di tutti i giorni, quando siamo alle prese con le mille incombenze della quotidianità.

Lasciamo quindi affiorare il nostro lato più artistico affinché il corpo e la mente si fondano, permettendo al sistema nervoso di esplorare angoli della nostra essenza interiore che nel normale stato di veglia gli sono preclusi. A questo punto l’intuito può consentirci una visione chiara ed esauriente del problema d’amore o di lavoro che ci sta a cuore. Non dobbiamo fare altro che abbandonarci alla serenità e al piacere di giocare con i colori e le risposte che aspettiamo appariranno davanti a noi.

2. Interpretazione dei colori

L’azzurro nei mandala simboleggia l’armonia che unisce il nostro lato fisico a quello più spirituale. Se è il colore con cui iniziamo a colorare il nostro mandala o è il più presente all’interno del disegno, la percezione che abbiamo di noi stessi è all’insegna dell’equilibrio e della completezza, grazie alla perfetta sintesi fra i due aspetti della nostra personalità. Se manca oppure è poco presente vuol dire che il nostro comportamento è dominato dalla concretezza e non tiene nella giusta considerazione tutto ciò che è spirituale e invisibile all’occhio umano.

1. Colori di Febbraio

Il rosso: se è il primo colore che scegliamo o quello più usato siamo determinati, intraprendenti e decisi a raggiungere il successo che siamo certi di meritare. Se invece è assente o scarseggia dobbiamo imparare a essere più concreti e a fare meno affidamento sull’aiuto degli altri, oppure dobbiamo afferrare al volo le opportunità che il destino ci offre.

L’azzurro: se è il primo colore che scegliamo o quello più usato siamo riflessivi, sinceri e disposti ad accettare compromessi pur di mantenere l’armonia intorno a noi. Nel caso manchi oppure difetti tendiamo a rimandare all’infinito qualsiasi decisione e non riusciamo mai a lasciarci andare o prendiamo troppo sul serio tutto ciò che ci accade.

Il senapederiva dal giallo mescolato all’arancione. Se è il primo colore che scegliamo oppure il più presente vuol dire che siamo aperti, sereni ed equilibrati, soddisfatti della posizione che occupiamo al mondo. Nel caso manchi oppure difetti ci comportiamo spesso in maniera troppo superficiale o ci rattristiamo facilmente senza motivo.

L’antracite è una tonalità scura e lucida di grigio. Se è il primo colore che scegliamo o quello più usato, siamo consapevoli dell’abbassamento del nostro livello di energia e ci impegniamo per porvi rimedio. Se è assente oppure scarseggia non ci rendiamo conto di essere esausti o non sappiamo come ritrovare la voglia di fare.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Il mandala di Gennaio, un labirinto