Trova il tuo “guardiano delle origini”

Quale impronta ci è stata trasmessa dalla famiglia? Per saperlo basta scoprire il numero delle origini corrispondente allo spirito guardiano

Quale impronta ci è stata trasmessa dalla famiglia? Per saperlo basta scoprire il numero delle origini corrispondente allo spirito guardiano

Marco Manilio, poeta astrologo (fenicio di nascita, secondo alcune fonti, siriano per altre, ma romano di adozione) è l’autore di un prezioso trattato di astrologia chiamato Astronomicon (II secolo d.C.) nel quale ogni Segno dello Zodiaco è retto da un nume tutelare o antico protettore e spirito guardiano delle origini protagonista della mitologia greco-romana. Ispirata alla simbologia planetaria adottata da Manilio (che è molto diversa dall’attuale), vi proponiamo una tecnica, elaborata in epoca più tarda rispetto a quella in cui visse il poeta, con la quale è possibile risalire al nostro personale antico protettore. Quest’ultimo non è il pianeta governatore come normalmente lo intendiamo, né è collegato al nostro Segno di nascita. È infatti una sorta di spirito guardiano la cui protezione è connessa con quella parte dell’energia vitale che chiamiamo ancestrale, perché originata dalla qualità dei genitori e del ceppo familiare e la cui vibrazione energetica è più sottile di quella planetaria e più vicina a quella dei numeri. Pertanto, per riconoscere il nostro antico protettore, lo spirito guardiano delle origini dobbiamo ricorrere alla numerologia, la disciplina che riduce le parole in una cifra seguendo una particolare corrispondenza tra lettere dell’alfabeto e numeri. In questo caso le parole da considerare sono il nostro nome e cognome  (se però una persona si chiama Massimo Davide Francesco Rossi, dovrà prendere in considerazione solo il nome Massimo e il cognome Rossi) e anche quelli dei nostri genitori. Questi infatti essendo l’anello di congiunzione tra noi e coloro che li hanno preceduti, rappresentano la nostra ereditarietà fisica, i tratti psichici di famiglia, le attitudini professionali o artistiche trasmesse di generazione in generazione. Il numero derivato dalla somma dei numeri corrispondenti al nostro nome e cognome e ai nomi e cognomi dei nostri genitori fornisce dunque uno schizzo dell’impronta che abbiamo ricevuto e della via da seguire per far crescere nel modo migliore l’albero seminato in noi dalla mappatura genetica. Come scoprire tutto ciò? Seguendo le istruzioni qui a lato riportate.

numero calcolo

Trova qui il tuo “guardiano delle origini”

1. Guardiano delle origini: Giove

 

Sovrano degli dei, garante di giustizia e piacere, infonde in ogni cosa un’impronta di regalità. Salvato dalle grinfie del padre Saturno, che intendeva divorare il neonato per timore di esserne detronizzato, una volta cresciuto, grazie al latte di una capra d’oro, non gli serbò rancore, limitandosi a esiliarlo nell’isola dei beati.

Eredità familiare. Coltivi una visione ottimista della vita. Sei generoso anche perché esserlo non ti costa fatica; equo e leale, scendi di rado a compromessi, a meno che non si tratti di godersi la vita, arte per cui non ti risparmi né in spese né in energia. Attento alle impennate di orgoglio e autoritarismo, altro vezzo di famiglia. Ma poi ti si perdona sempre perché sei sincero e carismatico.

Il tuo periodo magico. Il cuore delle stagioni, soprattutto l’estate.

2. Guardiano delle origini: Giunone

Sposa di Giove e regina degli dei, è aerea e multiforme, al di sopra delle ristrettezze umane. In antitesi con lo spirito ribelle del Segno che governa, è custode della regola, che impone ad altri ma dalla quale si affranca volentieri per dedicarsi liberamente alle proprie faccende.

Eredità familiare. Impari ed elabori non grazie ai contenuti ereditati ma contrapponendoti violentemente a essi, in cerca di modelli e spunti innovativi. L’amore in tutte le sue espressioni (anche per la sapienza e la libertà) domina la tua vita, tuttavia non sei affettuoso (in famiglia forse non hai appreso a esserlo) né fedele; se non al tuo personaggio e agli ideali utopici che persegui.

Il tuo periodo magico. Il cuore di ogni stagione, soprattutto quella invernale contraddistinta dal rigore e dal gelo, che combatti ma in fondo continui a cercare.

3. Guardiano delle origini: Vesta

Vergine sovrana del focolare e delle tradizioni che si conservano in esso, presiede al diritto di famiglia e alla continuità della specie. Della casa esprime la riservatezza, la prudenza e la solidità.

Eredità familiare. Ti è stato trasmesso il senso del dovere negli impegni del quotidiano e cautela nella scelta di amori e amicizie. Le tue doti vincenti sono la riservatezza, la perseveranza e la prudenza. Il tuo compito è quello di prenderti amorevolmente cura degli altri e mantenere sempre accesa la fiamma della spiritualità. In effetti mostri un lato mistico anche se sei abilissimo nella gestione del denaro che tuttavia accumuli e amministri più volentieri per gli altri che per te stesso.

Il tuo periodo magico. La parte iniziale delle stagioni, accesa dall’entusiasmo tipico del fuoco nuovo

4. Guardiano delle origini: Diana

Signora del volto luminoso della Luna piena, segna i ritmi di caccia, riaffermando il piacere dell’istintualità e del contatto con la natura.

Eredità familiare. L’amore per la natura e il fiuto da vero segugio nell’inseguire gli obiettivi ti è stato trasmesso dai familiari, persone per lo più vincenti, allegre, forti del loro ottimismo. Per sentirti realizzato hai bisogno di una quantità di stimoli, complicazioni, avventure, sulle tracce dell’ideale che non afferri mai, dedito alla sapienza (la Luna in cielo vede tutto e sa) e al viaggio (anche lei si sposta di continuo). Eventuali forti restrizioni educative potrebbero averti reso insensibile a lusinghe e compromessi anche e soprattutto nel mondo del lavoro.

Il tuo periodo magico. La fine dell’autunno quando la natura è più selvaggia ma non ancora gelata.

5. Guardiano delle origini: Mercurio

Il giovane dio dei commerci e dei viaggi (non per nulla ha piccole ali attaccate alle caviglie) esercita anche funzioni terapeutiche e di guida delle anime nelle misteriose regioni dell’aldilà e dell’inconscio, dove l’anima si perfeziona attraverso il superamento delle prove.

Eredità familiare. Fin dall’asilo sei stato abituato a “percepire”, aguzzare le antenne dell’anima e discendere nel profondo di te stesso. Innamorato delle favole, attento ai sogni e ai segnali misteriosi, ami partire per il piacere di ritornare ai luoghi e alle persone temporaneamente abbandonati, con le braccia cariche di doni. Lontano da casa ti ritempri, ti trasformi per poi fare ritorno: alle radici, alle sicurezze, diverso e probabilmente migliore di prima.

Il tuo periodo magico. L’inizio dell’estate, generoso di profumi, calore e impressioni sensoriali.

6. Guardiano delle origini: Venere

Nata, secondo il mito tramandatoci da Esiodo, dai genitali recisi di Urano caduti in mare, è la signora della seduzione e della bellezza, apportatrice di eterna primavera.

Eredità familiare. L’arte è il pallino di famiglia; pittori, musicisti o cantanti, siete in tanti, tra fratelli, zii e cugini, a esprimere ciò che avete in cuore attraverso la creatività. Avvezzo fin da piccolo a essere coccolato, hai sviluppato una forte affettività che estrinsechi senza problemi. Sei insomma una persona capace di dare e ricevere amore costruendo rapporti sereni e duraturi. Hai fascino da vendere e non ti fai scrupolo di usarlo soprattutto in situazioni professionali e sociali che giudichi importanti.

Il tuo periodo magico. La primavera, periodo di massima espansione e gioia di vivere che esalta il tuo fascino.

7. Guardiano delle origini: Pallade

Compagna di giochi di Atena, dea greca della guerra, Pallade venne uccisa accidentalmente dall’amica durante un combattimento simulato. Allora la dea decise di aggiungere al proprio, il nome della compagna uccisa.

Eredità familiare. Un’impronta combattiva e pratica ma riconoscente verso la famiglia. Saranno gli Ariete, figli ideali di Pallade a regalarti i momenti più intensi e costruttivi della vita, dove sarai costretto a metterti in gioco, ricavandone comunque ottime soddisfazioni. Occhio alle situazioni ambigue che si potrebbero rivelare fatali soprattutto in ambito professionale e finanziario: determinazione e chiarezza di intenti è il tuo motto.

Il tuo periodo magico. La primavera, quando le energie della natura ti stimolano a mostrarti nel pieno delle tue potenzialità.

8. Guardiano delle origini: Vulcano

Erede romano di Efesto, è il dio dei vulcani e della trasformazione alchemica dei metalli. Così il rigido piombo del rigore, attraverso l’energia dell’amore che tutto riplasma e trasforma, si tramuta nell’armonioso splendore dell’oro.

Eredità familiare. La tua quasi ossessiva ricerca di equilibrio e di affetti duraturi, al punto da diventare legalizzati, deriva probabilmente da un vuoto affettivo lasciato in eredità dai modelli educativi della tua famiglia tanto rigorosa e severa nell’allevarti al punto da apparirti distaccata. La ricompensa ti deriva da una vita sociale piena e appagante, sempre gestita all’insegna della raffinatezza e della seduzione.

Il tuo periodo magico. La prima metà dell’autunno quando la natura, prima del letargo, esprime l’ultimo slancio di splendore con l’oro delle foglie.

9. Guardiano delle origini: Marte

Dio della guerra e del sangue ma anche dell’entusiasmo e dell’eros, non conosce limiti e tende a esagerare con la passione dei suoi slanci vitali.

Eredità familiare. Insieme con il carattere fiero ti è stata trasmessa l’ansia della vita (e della sessualità che la suscita), che si esprime con grande prepotenza. Tutto nel tuo immaginario è come dilatato, hai bisogno di emozioni palpitanti, gusti decisi, profumi penetranti. Niente ti è donato, devi conquistarti tutto, ma le tue fatiche sono ricompensate dalla riuscita. L’intensità del tuo coinvolgimento ti rende spesso veggente.

Il tuo periodo magico. Il cuore dell’autunno: quando la natura conosce l’esperienza della morte apparente, tu avverti il germe della vita che poi trionferà.

10. Guardiano delle origini: Cerere

Signora dei raccolti e della nutrizione è la divinità che guarisce corpo e spirito. In lei è racchiuso il mistero della fecondità.

Eredità familiare. Trasformazione è la tua parola chiave. Ti hanno insegnato l’importanza della salute, il piacere di seguire ritmi costanti e di vivere in un ambiente pulito e ordinato. Ed è con gli stessi parametri di amore e di cura che preferisci esprimere nella quotidianità il tuo potenziale affettivo, ricco ma timido e chiuso, come il cuore di una fanciulla. Esattamente come il sole matura le messi, tu maturi i tuoi successi attraverso lo sforzo e l’energia del lavoro, cui tieni moltissimo (come a una tradizione).

Il tuo periodo magico. La stagione del raccolto, testimone del lavoro compiuto e promessa di una nuova realizzazione.

11. Guardiano delle origini: Nettuno

Fratello di Giove, signore delle acqua marine e fluviali e dei movimenti tellurici, rinserra un significato di trasformazione: la terra che si modifica con i terremoti, il fiume che si annega nel mare fino a identificarvisi.

Eredità familiare. L’inquietudine e la malinconia che animano i tuoi sogni utopistici alla ricerca di un mondo migliore, dove la felicità sia un diritto di tutti. Questa sensibilità al dolore umano trova spunto proprio nella tua indole emotiva portata più alle lacrime che al riso e a piangersi addosso ogni volta che la realtà si mostra diversa dalle tue fantasie. Il ritmo delle onde influenza la tua vita, con amori drammatici e illusori e lavoro e finanze spesso fluttuanti.

Il tuo periodo magico. Inizio e fine inverno quando la vibrazione stagionale invita alla quiete che prelude alla ripresa.

12. Guardiano delle origini: Febo

Dio romano del Sole, signore della luce e della perfezione, si contrappone all’entusiasmo sfrenato e alla sete di piacere. I suoi raggi sono linee rette in grado di riarmonizzare e guarire qualsiasi squilibrio.

Eredità familiare. Ti è stato trasmesso gusto estetico, amore per la bellezza e l’armonia delle forme. Ma la tua ricerca di equilibrio non si ferma all’aspetto esterno, miri alla verità e alla chiarezza della mente, sei quindi un intellettuale che disciplina l’emozione e il sentimento secondo i parametri della mente. Più che passioni ti aspetti amicizia, complicità e comunicazione, ambito che prediligi anche nella sfera professionale.

Il tuo periodo magico. La parte finale e mutevole delle stagioni, soprattutto della primavera, luminosa, chiara, ancora fresca.