Sei nato tra le 18 e le 20? Hai il Sole in 6ª Casa (Leone)

A seconda dell’orario in cui nasciamo, fin dal primo vagito, le stelle ci indirizzano verso una precisa attività, inclinazione e lavoro

A seconda dell’orario in cui nasciamo, fin dal primo vagito, le stelle ci indirizzano verso una precisa attività, inclinazione e lavoro

Dopo aver letto qui, procediamo con il “settimo nato”.

Cosa facciamo tutti noi, solitamente, tra le 20 e le 22, a Milano, Parigi, Tokyo, New York, Sydney, Vancouver, Mosca, Shanghai o Singapore? Andiamo a divertirci, come premio a noi stessi dopo una intensa giornata di lavoro e di altri impegni svolti soprattutto nella direzione delle “cose che si devono fare”. Ci dedichiamo a tutte le forme di attività ludica e ricreativa e quindi, assai frequentemente, ci rechiamo a cena con il nostro partner, in un bel locale, magari con musica di sottofondo, oppure andiamo al cinema a vedere un nuovo film o, più semplicemente, facciamo l’amore, vediamo la tv…. E dunque secondo voi cosa faranno, per lavoro, quei bimbi e quelle bimbe che nascono mediamente tra le 20 e le 22 in ogni parte del mondo? Esattamente proprio questo: una gran parte di loro si dedicherà alla prima industria del futuro, quella del turismo, nei ranghi e nelle mansioni più diverse che vanno dall’animatore nei villaggi turistici, agli organizzatori di viaggi, ai lavoratori dello spettacolo in senso stretto, comeattori, registi, cantanti, musicisti, ballerini, presentatori, autori di testi, addetti alle luci nelle riprese cinematografiche e televisive, tecnici del suono nelle stesse, truccatori, truccatrici e costumisti in ogni tipo di manifestazione del mondo dello spettacolo e, ancora, croupier, cassiere di cinema, camerieri in bar e ristoranti, assistenti di volo, chef e via dicendo. La cosa peggiore che potrebbe accadere a questi bambini e futuri adulti sarà quella di costellare il simbolo diventando giocatori o giocatori professionisti di poker e di tutti gli altri giochi cui si accede nei casinò, ma anche nella rivendita di tabacchi sotto casa. Perché scrivo questo? Non per moralismo ma per una constatazione oggettiva che ha radici antichissime: il banco vince sempre! In oltre cinquant’anni di esperienza con decine di migliaia di persone, ho ricavato – purtroppo – un dato secco e triste: quasi tutti i giocatori di azzardo, anche coloro che in determinati periodi della loro vita hanno vinto grosse somme al tavolo verde poi, a bilancio definitivo, hanno perso ogni loro avere.

Ma fortunatamente solo una piccolissima percentuale di ludopatici è presente tra i nati in questo segmento orario della serata e sempre se vi sono afflizioni pesanti in altre parti del Cielo di nascita. Invece, nella maggioranza dei casi, costoro vivranno una vita appagante
e, anche se non diventeranno grandi registi (ce ne sono tanti nati a questa ora), potranno realizzarsi magnificamente, magari iniziando a studiare, dopo le scuole superiori, presso accademie o università dello spettacolo dove per l’appunto i giovani vengono formati a 360 gradi in direzioni delle arti: scrittura testi, sceneggiatura, fotografia, coreografia, musica, regia, recitazione e tante altri ancora come gli effetti speciali e la post produzione.