Il massaggio perfetto esiste: te lo suggerisce lo zodiaco!

Volete allentare le tensioni psicofisiche e stimolare l’energia vitale? Regalatevi un massaggio personalizzato secondo il vostro segno zodiacale!

Volete allentare le tensioni psicofisiche e stimolare l’energia vitale? Regalatevi un massaggio personalizzato secondo il vostro segno zodiacale!

Mentre le mani di Marta accarezzavano il mio corpo con la dolcezza della donna e la forza dell’uomo, lo yin e lo yang danzavano in me, sentivo crescere un profondo senso di armonia. Io intanto rinascevo e la mia testa diventava una cosa sola con il mio corpo che si sentiva amato, accettato». «È come donare e al contempo partecipare a un rituale unico. Ogni volta è un’illuminazione ed è sempre bello come la prima volta». Non sono frasi dedicate a un amante ma le sensazioni percepite rispettivamente da un uomo, Filippo, durante un massaggio e quelle provate da una donna, Marta, che invece lo esegue, ricavandone altrettanti benefici. Sono due delle tante testimonianze raccolte da Giovanni Leanti La Rosa, medico di Milano specializzato in medicina termale che allo studio dell’efficacia rigenerante e rilassante su corpo e mente del massaggio per chi lo riceve e chi lo esegue ha dedicato anni di ricerche. Risultato? La messa a punto di un metodo particolarmente utile contro lo stress e per acquisire la consapevolezza del proprio corpo, delle emozioni che lo fanno vibrare, per entrare in contatto con le parti più nascoste dell’inconscio, liberarsi da blocchi psicoemotivi e da tensioni nervose e fisiche.

Armonia corpo e mente

«Quando il corpo si abbandona alle piacevoli sensazioni innescate da sfioramenti, pressioni e tocchi carezzevoli, dall’inconscio iniziano ad affiorare emozioni e ricordi sotto forma di flash che illuminano la mente, stimolando l’immaginazione», chiarisce Leanti La Rosa. «Tanto più si impara a vivere bene il proprio corpo, quanto più si sperimenta una maggiore vitalità fisica e diventano più significativi e reciprocamente appaganti i rapporti con gli altri. Non bisogna poi dimenticare che un contatto affettuoso e accarezzato oltre a rilassare i muscoli, permette di assumere una postura più eretta, di acquistare forza, coordinamento muscolare e scioltezza nei movimenti, favorisce la produzione di serotonina  ed endorfine ritenute mediatori del piacere, aiutando a sentirsi più sicuri e sereni. E questi vantaggi accomunano sia il massaggiato sia il massaggiatore». Qual è il modo migliore per iniziare a prendere dimestichezza con i massaggi a casa propria? Regalarsi un ciclo di massaggi, affidandosi a mani esperte. I migliori maestri? La pratica e l’esperienza.

Chi ben comincia…

Un locale né troppo caldo, né troppo freddo, silenzioso o con musica rilassante, un lettino da massaggio o un tavolo coperto da un materassino né troppo morbido, né molto duro che garantiscano massima comodità a chi riceve il massaggio e a chi lo esegue, una coperta leggera e calda per l’inverno, un lenzuolo di cotone per l’estate: sia per coprire sia per garantire una giusta intimità al massaggiato. Ci sono inoltre alcune regole di metodo, che vanno osservate per regalarsi e regalare il massimo dei benefici e del piacere. Fondamentale è creare un clima di confidenza e fiducia. A tal fine conviene dire a chi si sottopone al massaggio di spogliarsi come vuole, continuando, se lo desidera, a indossare i capi di abbigliamento o di biancheria che gli permettono di sentirsi a suo agio. Questo vale anche se si tratta del partner perché potrebbe avere qualche inibizione. Altrettanto importante è mettersi in ascolto dei bisogni di chi si sta massaggiando e dei segnali corporei. Per esempio, chi tende a controllare la propria vita, accumula tensione muscolare a livello di braccia, gambe e nuca e tende a controllare i muscoli anche durante il massaggio. Per verificare se si è in presenza di questa condizione basta far compiere alla persona sdraiata sul lettino alcuni movimenti passivi. Come? Alzando leggermente una gamba, un braccio o la nuca, piegandoli dolcemente in avanti e indietro, da un lato e dall’altro o facendo compiere a essi rotazioni o flessioni si può capire se la persona tende ad aiutarvi oppure a ostacolarvi: nel primo caso sentirete la parte del corpo molto leggera perché è l’altro che sta compiendo il movimento, nel secondo sentirete la parte bloccata e faticherete a muoverla. In queste situazioni si può dire: «Lasciati andare, agisco io per te, tu sperimenta il piacere di essere passivo». È anche bene invitare chi sta per ricevere il massaggio a chiudere gli occhi, suggerendo di concentrarsi sul proprio mondo interiore e iniziare il massaggio dai piedi: sia perché è la parte più stressata del corpo sia per avvicinarsi gradatamente e con rispetto alla persona che si affida alle vostre mani, in modo da conquistarne la fiducia. Inoltre massaggiare bene i piedi permette di scaricare lo stress . E ancora: prima di praticare il massaggio togliete anelli e braccialetti, lavate le mani e fate qualche esercizio per renderle più energetiche: incrociate le mani palmo contro palmo e per 4 o 5 volte, ritmicamente, esercitate prima una pressione e poi rilassatele; chiudete le dita a pugno, stringetele forte, poi apritele, ripetendo 4 o 5 volte. Ricordate di rispettare i tempi altrui: il massaggio deve essere tarato sul tempo a disposizione di chi lo riceve altrimenti invece di rilassare ottiene l’effetto opposto.

Movimenti fluidi

Alternati, armonici tra la parte destra e sinistra del corpo i movimenti del massaggio vanno eseguiti con lentezza e mani calde: queste devono diventare come ricetrasmittenti che si lasciano guidare dal corpo che toccano. Le mani che si muovono lentamente trasmettono tranquillità. Non solo: i movimenti devono essere legati l’uno all’altro da continuità in modo che chi riceve il massaggio non si accorga dove finisce un movimento e inizia l’altro. Per non interrompervi, prima di iniziare, ungete il corpo della persona (tranne testa, mani, piedi) con un olio vegetale: i più indicati sono quelli di sesamo, mandorla, germe di grano che non occludono i pori e nutrono la pelle. Scaldate l’olio nelle mani prima di iniziare e per un tocco speciale, personalizzatelo con qualche goccia di olio essenziale, scelto in base alle esigenze psicofisiche. Qualche esempio? Quello di lavanda o melissa o arancio dolce contrasta insonnia e tensioni; per dolori muscolari e stimolare mente e corpo sono utili ginepro o pino che dà sollievo anche in caso di affaticamento psicofisico. Il massaggio deve inoltre stimolare e normalizzare la respirazione. Oggi molti respirano male, introducendo una quantità di aria minima: un errore da correggere visto che una respirazione profonda permette al corpo di fare il pieno di ossigeno, stimolando la circolazione dell’energia vitale. I respiri profondi sono poi un antidoto antiansia. Come ottenere il risultato? Enfatizzando e prolungando il proprio respiro durante il massaggio e suggerendo alla persona massaggiata di respirare insieme a voi fino a fondere e sincronizzare i respiri.

A ogni elemento il suo massaggio

Più il massaggio è calibrato sulle caratteristiche personali e maggiore è la sua efficacia. Ecco alcuni consigli astrologici Elemento per Elemento.

FUOCO Ariete, Leone, Sagittario Ipertensione ed emicrania sono i nemici da tenere sotto controllo. Per ritrovare la calma può dare buoni risultati un massaggio profondo da eseguire insistendo su nuca, spalle e braccia, spesso contratti.

TERRA Toro, Vergine, Capricorno Blocchi emotivi, rigidità muscolare e difficoltà digestive si possono contrastare con l’aiuto di sfioramenti circolari in senso orario sull’addome. Indicati sia movimenti avvolgenti che soddisfino il bisogno di affetto, sia lievi pressioni sul collo e massaggi sulle orecchie che infondono vitalità.

ARIA Gemelli, Bilancia, Acquario Stress, insonnia e disturbi respiratori, per esempio l’asma, sono spesso dietro l’angolo. Utili movimenti sul torace diretti a sbloccare il respiro: a pancia in giù fatevi massaggiare più volte la colonna vertebrale nella parte superiore.

ACQUA Cancro, Scorpione, Pesci Sbalzi d’umore e ritenzione idrica spesso si possono prevenire con carezze che aiutino a drenare liquidi ed emozioni. Efficaci i massaggi sulla fronte per “spianare” rughe e tensioni.