Madre terra e zodiaco: qual è il loro rapporto?

Come tutte le madri aiuta i suoi figli, li nutre con i suoi frutti, li protegge con le grotte, li disseta con le acque e dopo la morte li riaccoglie nel suo grembo. Ma quando viene offesa e non rispettata sa punirli pesantemente, come dimostrano terremoti, siccità, pandemie… E tu che rapporto hai con la Madre Terra, quanto rispetti la natura e quanto sei sensibile ai richiami dell’ecologia che ci invita a cambiare registro?

Trova qui la posizione della tua Cerere!

1. CERERE IN ARIETE

Se l’argomento ti tocca non stai a pensarci due volte, parti all’attacco e ti dai subito da fare. Anche la Terra con il suo ecosistema può trasformarsi in una scusa valida per batterti, l’incognita è quanto durerà il tuo entusiasmo. Molto dipende da chi hai accanto, se ti appoggia o ti ostacola e dalle emozioni messe in gioco dall’ambiente. Sotto un forte impulso emotivo, sobillato da amici ardimentosi quanto te, arrivi a impegnarti in imprese rischiose.

CIÒ CHE PIÙ TI TURBA

La proliferazione degli incendi, specie se dolosi, ti manda letteralmente in bestia. L’indice di pericolosità non ti trattiene, anzi ti sprona al punto che dopo un breve corso di reclutamento, estintore alla mano, parti subito in quarta.

COME RISOLVERESTI IL PROBLEMA

Con multe salate, o lavori socialmente utili per i nemici dell’ambiente, in primo luogo i piromani. Meglio ancora lavoro forzato in una squadra antincendi con i pompieri, così gli passa la voglia di scherzare con il fuoco! E poi ancora con corsi di educazione ambientale per far rispettare i divieti di gettare mozziconi, di accendere fuochi e barbecue in luoghi ventosi.

2. CERERE IN TORO

Ami la natura, i fiori, le piante, quasi fossero persone di famiglia e non ti risparmi per la loro salvaguardia. Ogni ferita inflitta alla Terra ti colpisce ma prima di aderire a iniziative forti, prendi tempo per riflettere, ben sapendo che una volta fatto il passo non ritorni indietro. Le prese di posizione eclatanti non ti coinvolgono ma fai il possibile per rispettare il pianeta, non lasci mai in giro carta o plastica ed eviti di raccogliere fiori protetti preferendo di gran lunga ammirarli nel loro ambiente.

CIÒ CHE PIÙ TI TURBA

Dato che il tuo Elemento preferito è la Terra, specie durante la fioritura, disapprovi l’uso di pesticidi e diserbanti e sei un vero e proprio patito delle coltivazioni biologiche.

COME RISOLVERESTI IL PROBLEMA

Incoraggiando le coltivazioni biologiche e l’impiego di concimi naturali, assecondando l’uso del calendario lunare e di ricettari di cucina naturale, l’acquisto di prodotti biologici e la preparazione e di pane e dolci fatti in casa, così come di marmellate, conserve e liquori.

3. CERERE IN GEMELLI

Finché si tratta solo di parole, sei il primo a impegnarsi. Informatissimo su tutti i problemi della Terra sembri avere la soluzione pronta in tasca per ciascuno di essi. La musica cambia parecchio però quando giocare non basta più e i discorsi vanno sostenuti con fatti concreti. Faticare ti spaventa e il tuo spirito allegro ma disimpegnato, mal sopporta le restrizioni del vivere ecologico. Ti basta distrarti un attimo per scordarti le regole e fare ciò che non si dovrebbe: per esempio buttare in un prato gli appunti della conferenza sull’ecologia cui hai appena assistito.

CIÒ CHE PIÙ TI TURBA

L’inquinamento atmosferico che tocca il punto debole del tuo Segno, la respirazione, ponendoti davanti al problema giorno dopo giorno.

COME RISOLVERESTI IL PROBLEMA

Stop alla circolazione di auto e moto, sostituite da biciclette a pedali o elettriche, nel rispetto delle regole, solo sulle piste ciclabili e non sul marciapiede (i pedoni hanno diritto alla sicurezza). Aumentare la diffusione di giornali e libri sulla natura e l’insegnamento delle norme ecologiste a scuola fin dalle materne: i bambini saranno gli ecologisti di domani.

4. CERERE IN CANCRO

Nel tuo immaginario la Terra è il pianeta incantato delle favole e quando cadendo dalle nuvole ti accorgi di quanto la realtà sia diversa, continui a rifiutarla, rifugiandoti nel sogno. L’alternativa è rivangare il passato, ricreando con la mente i prati e le acque limpide, ora soppiantate da cemento e rifiuti. Ma in entrambi i casi il tuo disappunto non sfocia nell’azione e per quanto amareggiato per le offese inflitte alla Terra, non fai nulla per cambiare le cose, ti arrendi subito all’inevitabile, chiudendoti nel guscio e aspettando che qualcosa succeda.

CIÒ CHE PIÙ TI TURBA

L’inquinamento delle acque ma anche la cattiva qualità dell’alimentazione e la demolizione di patrimoni culturali per dare spazio a speculazioni edilizie.

COME RISOLVERESTI IL PROBLEMA

Giocando di fantasia ingaggeresti un esercito di fate e folletti che con la loro bacchetta magica cambiassero la testa alla gente. Nel concreto proporresti una riduzione dell’uso delle plastiche, sostituite da contenitori in vetro onde evitare la formazione delle famigerate isole di plastica che deturpano gli oceani.

5. CERERE IN LEONE

Al problema ti accosti con regale sdegno: qualcuno ha osato rovinarti il pianeta ma adesso gli toccherà vedersela con la tua collera. Non sei certo il tipo da restarsene con le mani in mano: anche se ti attivi senza fretta, prendendoti il tempo necessario per organizzarti come conviene e solo quando hai chiara la situazione, non ti risparmi per gestirla al meglio. L’importante è darti fiducia seguire le tue direttive effettivamente illuminate e intelligenti e non tentare di intralciarti. Riuscirai a crearti un seguito capace di lasciare un segno positivo a favore del pianeta.

CIÒ CHE PIÙ TI TURBA

La mancanza di educazione all’ecologia, la sporcizia e la deturpazione dell’ambiente in contrasto con i dettami dell’estetica per te fondamentale.

COME RISOLVERESTI IL PROBLEMA

Cercheresti di sensibilizzare i giovani e interverresti con durezza sugli abusi edilizi, imponendo la demolizione immediata di edifici e alberghi che deturpano il paesaggio. In più tutti gli edifici dovrebbero essere costruiti con materiale ecosostenibile dando una forte spinta alla bioedilizia.

6. CERERE IN VERGINE

La natura è il tuo elemento, la tua missione curarla e aiutarla a ritrovare il suo splendore. Il problema ecologico lo vivi sulla pelle con serietà, interesse e con un gran coraggio ben dissimulato dietro la facciata composta. Di certo non agisci sotto l’impulso emozionale del momento ma ti organizzi per intervenire con intelligenza sul problema e dare un apporto costruttivo anche senza rivestirvi un ruolo di primissimo piano. La tua grande passione sono le statistiche, sei attentissimo ai dettagli e inizi sempre partendo dal piccolo per i allargare gradualmente il tuo raggio d’azione.

CIÒ CHE PIÙ TI TURBA

L’abuso di prodotti chimici, specie dei fertilizzanti, dei pesticidi e la cattiva gestione dei rifiuti.

COME RISOLVERESTI IL PROBLEMA

Nel tuo progetto spicca la riduzione dei cosmetici industriali a favore di prodotti naturali. Inoltre contrasteresti l’uso improprio o eccessivo di riscaldamento, gas, acqua. Combatteresti l’uso indiscriminato di condizionatori, di imballaggi non riciclabili e contribuiresti a mantenere la Terra in salute con la raccolta differenziata dei rifiuti. Sì anche a un piccolo orto in giardino (naturalmente bio!).

7. CERERE IN BILANCIA

In apparenza non lo dimostri, sembri preso da una marea di interessi diversi ma gli attentati all’armonia della natura ti colpiscono a fondo: primo perché penalizzano la bellezza del paesaggio, argomento a cui sei sensibilissimo, secondo perché contravvengono alla legge cosmica che consideri inderogabile. La difficoltà consiste per te nel passare dalle emozioni ai fatti: non sei certo tipo da impugnare le armi né tanto meno da lanciarti in prese di posizione agguerrite. E nel frattempo, mentre tu tergiversi, dissertando con garbo sulla questione, la Terra continua a subire danno su danno…

CIÒ CHE PIÙ TI TURBA

L’inquinamento, specie quello acustico, e l’avanzata degli odori chimici sui profumi della natura.

COME RISOLVERESTI IL PROBLEMA

Insistendo sulla promulgazione di leggi e ordinamenti a favore dell’ecologia, multe salate per reati ecologici, sensibilizzando il pubblico perché diventi consapevole dell’entità dei danni prodotti all’ecosistema, mediante documentari, filmati, teatro e produzione di servizi giornalistici e testi scientifici. In più la diffusione di tutorial per la produzione di cosmetici (creme, tinture, lozioni, oli) e detersivi fai da te, indumenti in fibra naturale e colorati con tintura vegetale.

8. CERERE IN SCORPIONE

Non ne parli volentieri se non a ragion veduta ma dietro al tuo silenzio nulla passa inosservato. Alla questione ecologica ti accosti in ritardo, dopo una lunga crisi di fatalismo pessimista che ti dipinge il pianeta come un organismo ormai condannato. A questo punto o ti rassegni oppure cominci a intravedere una possibilità di riscossa e ti schieri dalla parte della ricostruzione.

CIÒ CHE PIÙ TI TURBA

Ti intriga, ti interessa e nello stesso tempo ti spaventa il problema di quello che sta sotto la crosta terrestre, quello delle miniere, delle trivellazioni. I terremoti e le eruzioni dei vulcani ti preoccupano e ti tengono all’erta, ricordandoti ogni istante quanto il problema Terra sia effettivamente rovente.

COME RISOLVERESTI IL PROBLEMA

Bisognerebbe spaccare tutto, raggiungere il fondo per poi risalire. Il miglior insegnamento per te è toccare con mano o, meglio ancora, rischiare di affogare nel proprio errore. In genere tendi a pensare così: «Facciano pure a modo loro, tanto la pagheranno cara…». Secondo la tua idea di apprendimento attraverso l’esperienza diretta, conviene non fare nulla finché ciascuno, indulgendo in comportamenti sbagliati, raggiunga il punto di rottura e tocchi il fondo oltre il quale non potrà che risalire, prendendo finalmente coscienza dei propri sbagli. Insomma ciascuno si goda gli effetti dello scempio compiuto sbattendoci il naso, solo allora capirà!

9. CERERE IN SAGITTARIO

Se anche l’ecologia ha il suo Don Chisciotte quello potresti esserlo tu. Ami appassionatamente la natura e ottimista e fiducioso per principio sei disposto a credere alla bontà e all’intelligenza dell’uomo nei suoi confronti. Salvo poi ricrederti e inferocirti come una fiera toccata nel suo punto più sensibile. Allora saresti pronto per le barricate e la liberazione delle cavie da laboratorio: almeno finché il tuo senso legalitario non interviene a ridimensionare la tua reazione.

CIÒ CHE PIÙ TI TURBA

Indubbiamente ciò che più ti tocca è il problema degli animali in estinzione, ma ti fanno inorridire

anche gli esperimenti di laboratorio, gli abusi della caccia e gli incendi dolosi delle foreste per rendere edificabile e quindi profittevole il terreno.

COME RISOLVERESTI IL PROBLEMA

Organizzando dimostrazioni di piazza a favore del rispetto ambientale naturalmente tenendo conto dei criteri di distanziamento sociale raccomandato dalla recente emergenza Covid, approfondendo l’argomento con spiegazioni scientifiche e testimonianze in rete, tali da sensibilizzare i giovani e con stage e ricerche sul campo. E poi con il varo di leggi ferree a favore della natura e multe contro chi non la rispetta. In più promuoveresti le discipline sportive a diretto contatto con la natura e con il minor impatto ambientale possibile: vela, trekking, bicicletta, mountain bike…

10. CERERE IN CAPRICORNO

Concentrato su altri obiettivi e valori non sembri particolarmente interessato al problema Terra, natura, ecologia. Invece adori gli spazi solitari e ne godi profondamente, cogli la poesia delle altitudini, lamentando in cuor tuo le invasioni chiassose e il mancato rispetto della natura e del silenzio. Tuttavia il tuo impegno è rigorosamente personale, non sei affatto portato per le adesioni a gruppi né per le manifestazioni collettive; in compenso sei bravissimo nell’individuare il nocciolo di molti problemi attraverso ricerche e statistiche minuziose.

CIÒ CHE PIÙ TI TURBA

Lo squilibrio dell’ecosistema e la perforazione delle montagne che ami, per trarne gallerie e miniere.

COME RISOLVERESTI IL PROBLEMA

Ti piacerebbe organizzare una sorta di servizio civile obbligatorio per tutti, uomini e donne, giovani e meno giovani, da compiersi nella natura possibilmente in solitudine oppure in piccolissimi gruppi, per riscoprire il contatto con la terra e rafforzare il cordone ombelicale che ci collega a essa.

11. CERERE IN ACQUARIO

Paladino delle ribellioni e delle innovazioni sei per l’intervento ecologista con i mezzi del futuro. Basterebbe affidarti un gruppo sensibilizzato e cooperativo e rimetteresti in sesto il pianeta in un attimo. E se per farlo fosse necessario ricorrere alle maniere forti non saresti tu a tirarti indietro. Peccato che il tritolo distrugga più di quanto non faccia il cemento armato… ma questo dettaglio forse fatica a entrarti in testa.

CIÒ CHE PIÙ TI TURBA

Basta accennare all’inquinamento radioattivo e vai subito su di giri. Sei informatissimo sui rischi nucleari e caldeggi, anche materialmente, la ricerca su fonti di energia pulita e sicura.

COME RISOLVERESTI IL PROBLEMA

Con controlli rigorosissimi alle aziende, chiusura delle centrali nucleari, sovvenzioni europee per la messa a punto di fonti alternative a basso impatto ambientale.

12. CERERE IN PESCI

Non si può certo affermare che il problema ecologico non ti tocchi ma ancor più grave ai tuoi occhi è l’inquinamento dello spirito. Prima della materia, tu affermi, c’è la vibrazione dell’anima: se vibrasse realmente in armonia con il tutto, la questione non si porrebbe neppure, risolvendosi automaticamente alla radice. Troppo disorganizzato e inconcludente per dare un apporto concreto, sei perfetto come predicatore, capace di sensibilizzare e di scuotere emotivamente l’interlocutore. Il tuo limite è che non ti soffermi a riflettere, compiendo tu stesso gli stessi errori che noti (e perdoni) negli altri.

CIÒ CHE PIÙ TI TURBA

L’inquinamento dei mari e dei fiumi, gli scarichi abusivi, la proliferazione di alghe, le morie di pesci e uccelli acquatici. Tutto questo ti fa davvero soffrire.

COME RISOLVERESTI IL PROBLEMA

Sensibilizzando ogni persona a sacrificare qualcosa a favore del nostro pianeta, a rinunciare a qualche comodità evitando l’abuso di detersivi, plastiche e spray tossici per il sistema respiratorio già provato dall’inquinamento ambientale.