L’Elemento Acqua nelle Coppe dei Tarocchi

Con la 16a lezione dedicata al seme delle Coppe degli Arcani minori spieghiamo come riconoscere e impiegare al meglio l’energia dell’Elemento Acqua

italia tarocchi

Con la 16a lezione dedicata al seme delle Coppe degli Arcani minori spieghiamo come riconoscere e impiegare al meglio l’energia dell’Elemento Acqua

Questo mese di luglio, in sintonia con la celebrazione del Segno zodiacale del Cancro, ti parlo delle caratteristiche dell’Elemento Acqua e del seme delle Coppe, che nei moderni mazzi di carte con semi francesi sono diventate Cuori. Le Coppe sono il seme più ricettivo, perché i calici sono adatti a contenere ogni tipo di sostanze, specie liquide. I liquidi hanno un volume proprio, ma adattano la propria forma a quella del recipiente che li contiene. Anche il cuore è un contenitore di liquidi: è la Coppa del Graal e del sangue vitale, il recipiente simbolico e mitologico dei sentimenti, degli affetti, dell’umore e dell’amore. Come la circolazione del sangue nel corpo umano, l’Acqua è la componente fondamentale della vita. I liquidi nelle Coppe sono sensibili ai movimenti e ai venti, possono essere calmi oppure agitati, placidi come un lago o profondi come il mare.

La forza dell’Elemento Acqua consiste appunto nell’intuito, nella sensibilità, nella capacità di trasformarla in sentimento, di essere empatica, di ricevere, contenere e trasmettere i movimenti dell’Aria, la calma statica della Terra o il calore del Fuoco. Quindi il seme delle Coppe descrive simbolicamente ogni tipo di emozione che gli esseri umani possono provare, dai sentimenti più nobili come gli affetti altruistici, la compassione e il puro amore, ai turbamenti, ai sogni e alle fantasie.

I Segni zodiacali di Acqua

All’Elemento Acqua appartengono i Segni zodiacali Cancro, Scorpione e Pesci. Lo spirito dell’Acqua si manifesta in tre modi diversi: nel Cancro come emotività, sensibilità, percezioni intuitive, dolcezza, memoria, senso di protezione, affetti familiari, sbalzi di umore, difesa passiva; nello Scorpione come profondità, intuito, interiorità, senso dell’umorismo e anche senso del drammatico, gusto per il mistero e per il rischio; nei Pesci come compassione, affettività, pietà, sensibilità sottile, sogni, fantasia, misticismo, genialità e sregolatezza, disordine, distrazione, vittimismo. Anche se il tuo Sole non si trova in uno di questi tre Segni, in qualche misura anche tu sei coinvolto nelle dinamiche relative  all’Elemento Acqua: in qualche misura il seme di Coppe si esprime anche in te e nel tuo modo di essere e di agire. Posso insegnarti un semplice gioco che puoi provare con le tue carte per riflettere sulla tipologia della tua energia personale: quanto sei emotivo, sensibile, affettivo, sentimentale o empatico. Puoi così conoscerti meglio con i Tarocchi.

Un gioco per conoscerti di più e vivere meglio

Scegli un momento della giornata in cui sei certo che non sarai disturbato e un luogo tranquillo. Libera la mente dai pensieri e concentrati soltanto sulla tua sensibilità, sui tuoi affetti, sulla capacità di essere empatico e sull’importanza che dai ai tuoi sentimenti. Nel far questo cerca di non giudicare mai nessuno, neanche te stesso e rimani neutrale e distaccato. Dal tuo mazzo di Tarocchi prendi solo le 14 carte degli Arcani Minori del seme di Coppe. Da queste scegli una carta che ti  rappresenti: una delle quattro figure (Cavaliere, Fante, Re, Regina) che senti istintivamente più vicina al tuo modo di essere e disponila scoperta al centro del tavolo. Se sei un uomo giovane potresti scegliere il Cavaliere o il Fante oppure il Re se hai, o senti di avere, un’età più matura. Se sei una donna potrebbe andar bene la Regina o il Fante (che in certi mazzi è una donna e si chiama Fantesca), ma sentiti libera di scegliere la figura fra le quattro che percepisci più affine a te.

Poi mischia bene il mazzetto delle 13 carte rimaste e quindi stendile coperte sul tavolo. Ora scegline quattro e disponile nell’ordine intorno alla carta che ti rappresenta secondo lo schema della pagina qui a fianco: la prima carta estratta in basso (il passato), la seconda a sinistra (il punto debole), la terza in alto (il futuro) e la quarta a destra (il punto di forza). Leggi quindi il responso relativo a ogni carta poi rifletti su te stesso e su come puoi rendere migliore la tua vita.

Continua a pag.23 di Astra Luglio 2020

L’Elemento Terra nei Denari dei Tarocchi

Il seme di Bastoni e l’Elemento Fuoco

L’Elemento Aria nelle Spade dei Tarocchi