Il cielo di Marzo 2020

Marte in Capricorno e Venere in Toro si aggiungono agli altri pianeti nei Segni di Terra stimolando l’ambizione e lo spirito costruttivo

marzo cielo

Marte in Capricorno e Venere in Toro si aggiungono agli altri pianeti nei Segni di Terra stimolando l’ambizione e lo spirito costruttivo

Il Cielo di marzo non presenta forti dissonanze, tuttavia le energie in gioco sono intense e di natura diversa, con un nucleo di resistenza nei tanti pianeti in Segni di Terra e stimoli di verifica e cambiamento proposti dai movimenti più veloci. Già il 3 Venere, ancora in Ariete, si confronta con la quadratura di Saturno: chiede maggiore chiarezza sui propri sentimenti e sulle relazioni ufficiali, datate. Viceversa, il giorno 8 la stessa Venere ai primi gradi del Toro, suo domicilio, si congiunge a Urano favorendo nuovi rapporti, specie (ma non necessariamente) affettivi. In particolare la nascita di una storia d’amore potrebbe spingere ad abbandonare vecchie relazioni ormai sterili, generando novità più delicate o complesse: non a caso la retrogradazione di Mercurio accompagna come sempre riflessioni, valutazioni di opportunità, eventuali ripensamenti. Con il ritorno al moto diretto di Mercurio e il suo rientro in Pesci, idee e sentimenti recuperano fluidità e vengono veicolati dall’idealismo progettuale. Non si tratta però soltanto di fantasie o di speranze illusorie (pur sempre possibili quando il pianeta transita nel Segno del proprio esilio) bensì di una volontà ambiziosa e motivata a concretizzarsi, a trasformarsi in risultati. Lo stesso Marte in Capricorno è deciso ma tenace, trovando nella congiunzione a Giove, il 20, un’efficace spinta di ottimismo, proprio mentre il Sole si congiunge al costruttivo Saturno. Il sestile di Mercurio a Urano, il 22, risveglia intuizioni feconde e una visione lungimirante della realtà in divenire. Ciò vale sul lavoro, nei rapporti sociali o collaborativi, negli interessi culturali e anche, naturalmente, nelle questioni di cuore… rilanciate con fiducia e calore dal trigono di Venere a Giove, il 28.

Non va comunque sottovalutata la congiunzione Marte-Saturno, il 31, con i due pianeti a inizio Acquario in quadratura a Urano. Attenzione agli scontri di potere, alle posizioni troppo rigide o persino un po’ fanatiche in difesa di certezze antiche che andrebbero invece rinnovate.