Il cielo di Luglio 2020

Tra elaborazione del passato e tanta voglia di futuro, i pianeti veloci portano un’energia più vivace e comunicativa con richiami alla responsabilità

cielo luglio 2020

Tra elaborazione del passato e tanta voglia di futuro, i pianeti veloci portano un’energia più vivace e comunicativa con richiami alla responsabilità

In luglio i pianeti veloci sono stabili nei rispettivi Segni, dove hanno formato (Venere), stanno formando (Mercurio) o formeranno (Marte) i loro Anelli di sosta. Marte è più potente nel proprio domicilio e sembra incoraggiare il recupero di un’operatività dinamica, propositiva; d’altra parte, Venere nel Segno di Mercurio e il ritorno al moto diretto di Mercurio stesso il 12, a loro volta accennano a un’energia di movimento, comunicazione, scambi commerciali e sociali. In tal senso possiamo augurarci un periodo più vivace rispetto al totale blocco primaverile! Con una doverosa riserva. Saturno inaugura il mese rientrando nel suo domicilio in Capricorno: ancora in moto retrogrado, spinge dunque verso verifiche di responsabilità, forse a rivedere scelte fatte in passato, il che vale a livello individuale ma anche collettivo, politico, economico. Diciamo che l’espansione tipica dell’estate, tra viaggi e vacanze, potrebbe essere frenata da regole scomode ma necessarie, nella consapevolezza di una fase delicata, sia pure di recupero e di passaggio.

Saturno offre risorse di concretezza più che di fiducia ma proprio per questo risulta prezioso nel mettere argini all’esuberanza dei pianeti veloci. Un’altra caratteristica del mese riguarda il Sole che, nel suo passaggio in Cancro, formerà aspetti con tutti i pianeti lenti: il sestile con Urano già l’1, il trigono con Nettuno il 12, poi le opposizioni con Giove, Plutone e Saturno, rispettivamente il 14, 15 e 20. Anche qui è interessante notare i diversi significati con cui il Sole, dal Segno legato alla famiglia, al popolo, alla nazione, descrive un mese fatto di fatiche e timori ma anche di creatività e progettualità. Il suo ingresso nel proprio domicilio in Leone, il 22, è dunque da festeggiare come un’affermazione di vita! Le quadrature di Mercurio a Urano e di Venere a Nettuno, il 27, testimoniano le inevitabili difficoltà nel trasformare le idee in fatti, l’incertezza sul futuro che grava ancora a livello lavorativo e relazionale. Lo stesso giorno però si forma anche il sestile tra Giove e Nettuno, mentre il 30 si formerà il trigono tra Mercurio e Nettuno: un sostegno alla speranza e a una visione lungimirante della vita privata e collettiva.