Il cielo di Giugno 2020

Gli Anelli di sosta di Venere e Mercurio invitano a rivedere il modo di comunicare e relazionarsi. Fine mese in ripresa con Marte in Ariete

cielo giugno

Gli Anelli di sosta di Venere e Mercurio invitano a rivedere il modo di comunicare e relazionarsi. Fine mese in ripresa con Marte in Ariete

Diversi pianeti lenti sono in moto retrogrado o lo iniziano: parliamo di Giove, Saturno, Plutone, e dal 23 anche di Nettuno. In aggiunta pure Venere e Mercurio stanno formando i loro Anelli di sosta, rispettivamente in Gemelli e in Cancro. Se in linea generale la retrogradazione può segnalare rallentamenti, ripensamenti, verifiche, è interessante notare che Venere, pianeta dei sentimenti e delle relazioni, dal Segno di Mercurio sembra promuovere un modo diverso di vivere i rapporti, di esprimere e condividere ciò che proviamo, mentre lo stesso Mercurio nel Segno della Luna si fa più intimo, confidenziale, invitandoci a riflettere sul passato e a recuperare l’ascolto interiore e un vero dialogo con le persone vicine: familiari, amici, colleghi.

A livello sociale, istituzionale, politico, tanti pianeti retrogradi spingono forse a rivedere scelte e comportamenti che si sono rivelati errati o che necessitano di un aggiornamento, di un adattamento alle istanze attuali, in vista di un’auspicabile ripresa. Così, se la quadratura tra Venere e Marte il 3, suggerisce di cercare un equilibrio tra le spinte individuali e l’esigenza di relazionarsi, già il sestile tra Mercurio e Urano il 5, stimola la progettualità e aiuta a orientare il pensiero in senso lungimirante e creativo, verso i necessari cambiamenti. È vero che la luce del Sole, prossimo al suo apice annuale, a volte risulta meno brillante, meno… illuminante, appunto; perché il Luminare entrerà in orbita di quadratura a Marte il 6 e a Nettuno l’11, entrambi in Pesci. Tanta è la voglia di tornare a emozionarsi, a entusiasmarsi e ad agire e la stessa congiunzione Marte-Nettuno, il 13, enfatizza uno slancio idealistico di per sé positivo ma ancora confuso, con viraggi un po’ fanatici o illusori: è dunque importante mantenere i piedi per terra e usarli per fare un passo alla volta, verso direzioni non improvvisate. In tal senso è incoraggiante il sestile di Marte a Giove il 20 e soprattutto quello a Saturno il 28, con Marte appena entrato nel suo domicilio in Ariete dove resterà per sei mesi. Volontà e responsabilità, spirito di iniziativa cauto ma non pessimistico, coraggio decisionale per costruire o ricostruire.