I magnifici quattro: la Terra

Per molte discipline sono questi Elementi che stanno alla base dell’universo. Vediamo come influenzano l’uomo: partiamo dalla Terra!

terra

Per molte discipline sono questi Elementi che stanno alla base dell’universo. Vediamo come influenzano l’uomo: partiamo dalla Terra!

Fuoco, Terra, Aria, Acqua: tutti ne conosciamo le manifestazioni semplicemente osservando la natura intorno a noi. Sono i quattro Elementi e per certe discipline costituiscono la base di ogni materia  e quindi operano come principi energetici universali anche “dentro” gli esseri umani. La loro presenza attiva sul piano materiale e spirituale era chiara agli antichi e infatti li ritroviamo in tutte le culture e le mitologie, in tutte le prime religioni. Per l’antica filosofia greca i quattro Elementi erano la radice di ogni cosa. La medicina ippocratica deriverà da lì quattro tipologie somatiche e caratteriali: Fuoco-collerico, Terra-malinconico, Aria-sanguigno, Acqua-flemmatico.

E oggi? I quattro Elementi hanno ancora una connessione con la nostra realtà? Le discipline che propongono un approccio “olistico” all’uomo, per esempio l’ayurvedica, sottintendono l’esistenza degli Elementi in natura e ne applicano i principi. La medicina antroposofica suddivide gli esseri umani secondo i quattro Elementi e i quattro organi fondamentali  a essi corrispondenti (Fuoco-cuore, Terra-polmone, Aria-rene, Acqua-fegato) per trovare la terapia migliore. C’è poi la psicologia junghiana che li utilizza come archetipi o figure simboliche che richiamano le energie primordiali. O la psicologia transpersonale che li considera forze vitali.

Inoltre c’è una disciplina, ed è la nostra bellissima astrologia, la cui struttura è fondata sui quattro Elementi. Lo Zodiaco infatti definisce le tipologie dei dodici Segni (tre per ogni Elemento) nell’alternanza di Fuoco, Terra, Aria e Acqua, stabilendo l’influenza di un Elemento dominante. Valuta poi se un certo numero di pianeti nel Cielo di nascita si concentra in Segni che appartengono allo stesso Elemento. Per esempio un Leone, Segno di Fuoco, ma con cinque pianeti in Segni di Terra, sarà influenzato anche da questo

Elemento. Per entrare in contatto con gli Elementi,  percepirne le vibrazioni energetiche o per armonizzare eventuali squilibri possiamo utilizzare tecniche e pratiche specifiche, per esempio la meditazione, la visualizzazione, la danza, il training autogeno. Cerchiamo allora di comprendere come agiscono e come possiamo riconoscere in noi la presenza di questi “quattro magnifici” nell’interpretazione di diverse discipline.

La Terra: l’elemento e le sue interpretazioni

La Terra richiama simbolicamente l’idea della fertilità della natura, del nutrimento che ci offre, della solidità e della concretezza. La Terra produce e allude anche alla durata, alla continuità del tempo, ai cicli del rinnovamento. C’è pazienza, attesa, saggezza e lungimiranza nella Terra. Le antiche divinità terrestri, nelle varie elaborazioni del principio universale della Grande Madre, esaltavano la potenza riproduttiva della Terra, energia vitale che presiede a tutto ciò che vive in natura e cresce secondo ritmi e leggi preordinate. Nel temperamento Terra si evidenziano le qualità richieste dalla gestione materiale dell’esistenza, quindi il senso pratico, lo spirito organizzativo, l’efficienza e la tenacia. Dove c’è uno squilibrio nell’Elemento prevalgono le forme di attaccamento che precludono le trasformazioni, c’è ostinazione, tendenza a dare poco di sé. La carenza di Terra invece comporta scarso contatto con la realtàun’esigenza di libertà che impedisce la continuità.

Dice l’astrologo

Le qualità della Terra sono ben delineate nella triade dei suoi Segni.

Nel Toro prevale l’aspetto della fertilità e quindi c’è un sano amore per il piacere di produrre e di godere i frutti del proprio operato.

Nella Vergine troviamo l’esigenza di ordine, la razionalità ben organizzata e prudente, la tendenza a trattenere più che ad aprirsi.

Il Capricorno esprime la natura severa e rigorosa della Terra: impegno costante, sacrificio e senso di responsabilità in vista di traguardi duraturi.

Dice lo psicologo

Nel lavoro terapeutico il confronto con gli Elementi è lo spunto per conoscere gli aspetti inconsci dell’individuo ma rappresenta anche una spinta verso la trasformazione. Essi sono archetipi di energie innate e dirigono i comportamenti umani. La Terra è collegata alla sensazione e consiste nella percezione del corpo fisico: i cinque sensi applicati ai problemi pratici.

Dice l’antroposofo

Nella medicina antroposofica gli Elementi non sono una simbologia ma una realtà viva e operante. Sono gli Elementi che contribuiscono alla nascita del singolo essere umano. Nel corpo ci sono relazioni tra la parte solida (la Terra), quella liquida (l’Aria) e così via. La lettura della malattia da un punto di vista del disequilibrio tra gli Elementi porta a una visione dell’essere umano, sano o malato, molto arricchente e complessa. L’organo correlato al corpo fisico (Terra) è il polmone.

Per mettervi in contatto con l’elemento Terra

ecco un esercizio molto efficace: il grounding. In piedi, in posizione eretta, braccia lungo i fianchi, con le gambe appena divaricate e le ginocchia leggermente piegate, lasciatevi andare e ascoltate l’energia che scorrendo dalla terra sale lungo le vostre gambe e pervade il vostro corpo. Se avete sensazioni positive vuol dire che siete in buona sintonia con l’Elemento. Altrimenti praticate spesso l’esercizio per rinforzare il vostro senso di radicamento e solidità.