I magnifici quattro: Aria

Per molte discipline sono questi Elementi che stanno alla base dell’universo. Vediamo come influenzano l’uomo: partiamo dall'Aria!

aria elemento

Per molte discipline sono questi Elementi che stanno alla base dell’universo. Vediamo come influenzano l’uomo: partiamo dall'Aria!

Fuoco, Terra, Aria, Acqua: tutti ne conosciamo le manifestazioni semplicemente osservando la natura intorno a noi. Sono i quattro Elementi e per certe discipline costituiscono la base di ogni materia  e quindi operano come principi energetici universali anche “dentro” gli esseri umani. La loro presenza attiva sul piano materiale e spirituale era chiara agli antichi e infatti li ritroviamo in tutte le culture e le mitologie, in tutte le prime religioni. Per l’antica filosofia greca i quattro Elementi erano la radice di ogni cosa. La medicina ippocratica deriverà da lì quattro tipologie somatiche e caratteriali: Fuoco-collerico, Terra-malinconico, Aria-sanguigno, Acqua-flemmatico.

E oggi? I quattro Elementi hanno ancora una connessione con la nostra realtà? Le discipline che propongono un approccio “olistico” all’uomo, per esempio l’ayurvedica, sottintendono l’esistenza degli Elementi in natura e ne applicano i principi. La medicina antroposofica suddivide gli esseri umani secondo i quattro Elementi e i quattro organi fondamentali  a essi corrispondenti (Fuoco-cuore, Terra-polmone, Aria-rene, Acqua-fegato) per trovare la terapia migliore. C’è poi la psicologia junghiana che li utilizza come archetipi o figure simboliche che richiamano le energie primordiali. O la psicologia transpersonale che li considera forze vitali.

Inoltre c’è una disciplina, ed è la nostra bellissima astrologia, la cui struttura è fondata sui quattro Elementi. Lo Zodiaco infatti definisce le tipologie dei dodici Segni (tre per ogni Elemento) nell’alternanza di Fuoco, Terra, Aria e Acqua, stabilendo l’influenza di un Elemento dominante. Valuta poi se un certo numero di pianeti nel Cielo di nascita si concentra in Segni che appartengono allo stesso Elemento. Per esempio un Leone, Segno di Fuoco, ma con cinque pianeti in Segni di Terra, sarà influenzato anche da questo

Elemento. Per entrare in contatto con gli Elementi,  percepirne le vibrazioni energetiche o per armonizzare eventuali squilibri possiamo utilizzare tecniche e pratiche specifiche, per esempio la meditazione, la visualizzazione, la danza, il training autogeno. Cerchiamo allora di comprendere come agiscono e come possiamo riconoscere in noi la presenza di questi “quattro magnifici” nell’interpretazione di diverse discipline.

Aria: l’elemento e le sue interpretazioni

Aria si espande senza limiti, circola liberamente, compenetra ogni cosa. Veicolo di diffusione, percorsa da onde sonore e vibrazioni, produce un continuo gioco di energie circolanti e di mutamenti . È simbolo di libertà e di elevazione. L’Elemento Aria rappresenta la leggerezza e la mobilità ma soprattutto la qualità aerea del pensiero , principio unificante della relazione tra esseri umani attraverso le idee e la parola. La qualità energetica che la caratterizza è dunque quella preposta alla comunicazione, rappresentata dai temperamenti estroversi , aperti all’incontrobrillanti, dotati di inventiva e di dialettica. Uno squilibrio di Aria si traduce in accentuato nervosismo, volubilità , irrequietezza e superficialità negli interessi e nell’approccio interpersonale. Se l’Elemento Aria invece è carente può esserci troppo materialismo , eccessiva resistenza ai cambiamenti, poca elasticità di pensiero.

Dice l’astrologo

Nel primo dei Segni d’Aria, i Gemelli, l’Aria ha la qualità frizzante della brezza primaverile. Si manifesta nella curiosità, nella facilità di parola e nella mobilità del pensiero.

Nella Bilancia presiede all’incontro con gli altri, nell’intento di creare equilibrio tra il mondo interiore e quello esterno, tra la ragione e il cuore.

Nell’Acquario l’Aria rappresenta la libertà di pensiero, le risorse della mente, il sentimento di fratellanza universale.

Dice lo psicologo

Tra le varietà degli esseri umani Jung individua due tipi fondamentali, l’introverso e l’estroverso  e ritiene che in ogni persona si possa conoscere una funzione dominante, quella più espressa e realizzata nella vita. L’Aria, per ritornare alla nostra “quadripartizione” iniziale, è il pensiero, la funzione razionale, istanza critica cerebrale e distaccata. Possiamo aggiungere che l’approccio junghiano legge i complessi psicologici dell’uomo come nodi conflittuali dipendenti da uno squilibrio che si esprime in termini di Elementi.

Dice l’antroposofo

La medicina antroposofica interviene con rimedi naturali, modificazioni dello stile di vita, terapie artistiche e di movimento , con terapie fisiche. In questo senso è corretto parlare di un “sistema terapeutico antroposofico” che si fa carico del paziente e delle sue problematiche, tenendo conto del fattore spirituale che emerge nel percorso biografico della persona. All’Elemento Aria corrispondono il corpo astrale e il rene.

Il modo per connettervi con l’elemento Aria

Riequilibrandolo e potenziandolo dentro di voi, è quello di… immagazzinare aria! La respirazione, calma e profonda, con ritmo regolare, possibilmente all’aperto e in relax, vi permetterà di sentire aprirsi dentro di voi, a poco a poco, un nuovo spazio e di provare una grande sensazione di libertà. Questo semplice esercizio consentirà di dare tranquillità alla vostra mente troppo affollata di pensieri. Si stabilirà così una comunicazione armoniosa tra corpo, mente e spirito.